L'Aiuto offerto dal Counseling

Finalità del counseling è quella di promuovere il benessere psico-fisico e socio-ambientale degli individui, dei gruppi e della comunità, nel rispetto della dignità, dell’autonomia delle persone, senza alcun tipo di discriminazione.

Il counselor, nel rispetto dell’autonomia del cliente, lavora per strutturare una relazione professionale, che gli consenta di offrire alla persona un aiuto finalizzato al benessere di quest’ultima, consapevole costantemente del contesto e delle implicazioni del ruolo.


La filosofia  di  base  del percorso  di counseling  è che  le  soluzioni  possono  essere  più facilmente individuate quando l’attenzione è centrata su ciò che funziona nella vita della persona, piuttosto che sulle sue difficoltà.

Spesso la persona è sorpresa quando i problemi sono inesistenti o diminuiscono;  ha  concentrato  su di essi gran parte della sua vita e non riesce più a notare le situazioni in cui tali problemi non si verificano.

Le risorse interne ed esterne utilizzate nel passato spesso sono ancora efficaci e disponibili nel presente; identificare una risorsa aiuta la persona a credere che i suoi obiettivi possono essere raggiunti.

 

Il Counseling si propone di accompagnare la persona nel suo percorso evolutivo anche:

- promuovendo comportamenti  basati  sull’azione  e invitando  a sperimentare  qualcosa  di diverso  che porti nella direzione dell’obiettivo desiderato;

la speranza si fa strada quando la persona intravede diversi possibili schemi di comportamento;

- aiutando  la  persona  a  chiarire  la  condizione  che  si  desidera   raggiungere   valutando   l’esistenza  di  diverse  possibili alternative, sperimentando la libertà dell’essere meno rigidi;

- aiutando la persona ad essere più consapevole del sostegno sociale che può  trovare nel suo mondo analizzando i possibili  modi per chiedere e ricevere aiuto dagli altri;

- portando la persona alla concretezza, alla  specificità  poiché  tale  focus  l’aiuta  a  passare  da  vaghe  astrazioni mentali a possibilità del “ mondo reale “.

 

Ogni persona, indipendentemente dalla  sua  condizione, in quel momento della sua vita,  sta facendo del suo meglio.  Nell’aiutare  è importante  considerare  la persona la migliore esperta della sua vita, ed  avere  fiducia  che  sappia  cosa  le  procuri  disagio.

Teoricamente piccoli obiettivi determinano piccoli cambiamenti, tuttavia  non  importa  quanto  sia  complessa la situazione,  perché un piccolo cambiamento può comportare cambiamenti profondi nella vita di una persona.

Nella relazione di aiuto spesso la persona  è  motivata  ad  esplorare e  ampliare  i  significati  che  sono  alla  base  della sua esistenza.

Questo  ci  porta   necessariamente  ad  intraprendere  un  viaggio  verso  la  ricerca  di  significato  e  la  dimensione   del  mistero .

                      “ Il miracolo giunge silenziosamente nella mente che si ferma un attimo e rimane in silenzio”